Seleziona una pagina

6. La legge dell’Esclusività


Due aziende non possono possedere la stessa parola nella mente del cliente potenziale

Dal libro: “Quando un concorrente possiede una parola o una posizione nella mente del cliente potenziale, è futile tentare di possedere la stessa parola”.


La Legge dell’Esclusività nel Web Marketing Olistico Dentale:

Ovvero: non puntare a Keyword già possedute e ben “presidiate”da concorrenti, cercane nuove da far diventare esclusivamente tue!

La mia rivisitazione di questa legge è focalizzata sulla SEO (e, quindi, sul posizionamento nei motori di ricerca).

Capita spesso, quando parlo con dentisti interessati alla SEO, che loro mi dicano “Vorrei essere “Primo su Google” con una parola chiave principale del mio settore!”

Ad esempio:

  • Se il dentista si occupa di implantologia, vuole essere primo per “impianti in titanio”;
  • Se si occupa di “protesi su impianti”, vuole essere primo per “All on 4”, ecc..

Ovvero, molto spesso il dentista si focalizza SOLO sulla parola chiave principale ed in modo assai generico.

Obiettivi che però comportano spesso alcune problematiche:

  • le keywords generiche sono, molto spesso, anche le più competitive (…e quindi, più difficili e molto “costose” da posizionare);
  • le keywords generiche sono molto meno “commerciali” delle keywords più specifiche, ovvero, corrispondono ad un intento di ricerca spesso più rivolto alla ricerca di informazioni, che all’acquisto vero e proprio.

Entrambi questi errori sono da evitare!

Quando si pensa al posizionamento sui motori di ricerca, non bisognerebbe mai puntare a questo tipo di keywords generiche ma, piuttosto, analizzare e verificare l’esistenza di keywords più specifiche che, probabilmente, hanno una concorrenza inferiore e, soprattutto, rappresenteranno quasi sicuramente utenti più vicini all’acquisto.

Tornando agli esempi di prima…

Se proponi “impianti dentali”, non dovresti puntare ad “impianti dentali” come keyowrd sulla quale posizionarti, ma dovresti essere più interessato ad essere posizionato per parole chiave molto più specifiche e meglio descrittive quali: “impianti osteointegrati in titanio”, oppure, “impianti a carico immediato a Milano”, ovvero, “implantologia indolore in titanio biocompatibile” ecc.

In pratica, invece di puntare al termine generico, che è più competitivo e sicuramente meno efficace, punta a parole chiave più specifiche, più lunghe (long tail), che sono probabilmente più facili da posizionare e molto più indicative di un interesse di acquisto da parte del potenziale paziente.

Ti auguro di effettuare un buon lavoro, ma ricordati che sarà davvero più proficuo, se implementi subito quanto hai letto in questo post nella tua attività sin da ora!

Share This