Seleziona una pagina

8. La legge della Dualità

 


A lungo andare.., ogni mercato diventa una corsa a solo “due cavalli” principali

 
Dal Libro: “All’inizio una nuova Categoria è una scala con molti pioli. Gradualmente, la scala diventa una faccenda a due pioli”.
 
Nel settore delle batterie ci sono Eveready e Duracell. In quello della pellicola fotografica, Kodak e Fuji. Nel noleggio auto, Hertz ed Avis. Nei collutori, Listerine e Scope. Negli hamburger, Mc’Donald’s e Burger King. Nelle scarpe da ginnastica, Nike e Reebok. Nei dentifrici, Crest e Colgate.
 
Se valuti gli effetti futuri del marketing scoprirai che, in generale, la battaglia si ridurrà ad uno scontro titanico fra due contendenti principali – di solito la “vecchia marca affidabile” opposta e quella “nuova e più tecnologica”.
 


La Legge della Dualità nel Web Marketing Olistico Dentale:

Ovvero: sei davvero sicuro che online…, ci siano i tuoi concorrenti?
 
Non ti nascondo che, con questa legge del marketing tradizionale, all’inizio mi sono trovato in difficoltà, ovvero, non riuscivo a re-interpretarla per il web marketing.
 
Poi mi si è accesa una lampadina….!
 
Se è vero che nel mondo fisico, alla fine la lotta su un qualsiasi mercato si riduce a due aziende che si “prendono tutto”, online questa cosa può anche essere diversa.
 
Anzi, ormai, dopo qualche “annetto” di esperienza passata “gomito a gomito” con i dentisti, sono certo che questa legge, se considerata nel “mondo online”, sia un po’ diversa!
 
Mi spiego meglio.
 
In oltre 10 anni di lavoro quotidiano sul campo (cioè, in studio con i dentisti…), mi è spesso capitato di imbattermi in situazioni di ASSENZA di concorrenti online dei miei clienti.
 
Ovviamente, non capita con gli alberghi e con altri settori più abituati all’utilizzo di internet e della promozione su internet.
 
Ma, in odontoiatria, la concorrenza sul web è pressoché inesistente in alcune Categorie od in alcuni luoghi.
 
Ti faccio qualche esempio:
– probabilmente, nella tua città e/o poco oltre …, 50 chilometri di raggio, i tuoi concorrenti NON FANNO niente per rendersi visibili online, ad esempio, per l’implantologia;
– oppure, il 99% dei tuoi concorrenti, quanto a promozione online, stanno messi male nella Categoria in cui tu sei, invece, un leader;
– oppure, se hai “importato” un prodotto che può essere venduto solo con il tuo servizio e lo stai in qualche modo punblicizzando, così come sopra…,
 
…, la maggior parte dei tuoi concorrenti saranno rimasti ad un sito fatto prima del 2010 e, quanto a Web Marketing, non sapranno manco di cosa si tratti.
 
Ai nostri giorni, ti sembrerà strano, eppure è così in tantissime Categorie del tuo settore!
 
E quindi?
 
Torno alla mia “rivisitazione” della legge della Dualità, applicata al Web Marketing: se offline hai dei concorrenti forti, forse, online, non è la stessa cosa e puoi certamente approfittarne.
 
Se ti trovi nelle condizioni che ho descritto, cioè quelle in cui i tuoi concorrenti NON puntano al Web come strumento di promozione, allora puoi prenderti un vantaggio competitivo enorme e con una maggiore velocità, di quanto tu possa mai fare offline.
 
Ovvero: se i tuoi concorrenti dormono, tu svegliati…!
 
Perciò, comincia subito a promuoverti ed a raggiungere i tuoi potenziali pazienti online e comincia a lavorare “nella loro testa”, per presentarti come l’unica alternativa possibile ai loro bisogni, desideri e sensazioni.
 
In una espressione cara al marketing, devi divenire il “Top of Mind” della tua zona (ed anche oltre) nella mente e nella immaginazione dei tuoi pazienti attuali e potenziali.
 
Se offline, purtroppo, non potresti mai sperare di essere il leader, con un po’ di impegno e qualche piccolo investimento, potrai certamente diventarlo nella comunicazione online.
 
Perciò, ricorda: all’inizio una nuova “Categoria” è una scala con molti pioli ma, gradualmente, la scala diventa una faccenda a due soli pioli.
 
E tu…, fai bene attenzione a non scivolare!
 
Come sempre, ti esorto ad implementare subito quanto hai letto in questo post nella tua attività e ti auguro di effettuare un buon lavoro.
Share This