Seleziona una pagina

Questo post è il primo di una serie di 22 post con i quali intendo presentare a chi mi segue, una sintesi dei concetti di fondo delle “22 immutevoli leggi del marketing” di Al Ries e Jack Trout, che sono due abili strateghi del marketing i quali, dall’osservazione e dall’analisi delle strategie di grandi aziende, hanno elaborato ventidue principi di marketing, ossia, delle vere e proprie “leggi” ispirate a criteri di buon senso che, a lungo andare, di solito il “mercato” premia.

Ovvero, 145 pagine di genio e saggezza ASSOLUTI….!

Sono 22 le leggi enunciate, ciascuna in poche pagine, ma di una forza davvero STRATOSFERICA.

E’ il libro che, forse più di tutti, mi sento di consigliare a chiunque abbia a che fare con marketing o vendite, siano essi odontoiatri, manager, imprenditori, venditori di servizi odontoiatrici o consulenti di qualunque tipo.

E, per ognuna delle 22 leggi del marketing, proporrò al Gruppo il mio “libero adeguamento” al mondo del “Web Marketing”, anche perché al tempo in cui è stato scritto il libro non esisteva ancora.., con particolare riferimento al settore del Marketing Olistico Dentale, ovvero, alla “sfera” di mia competenza.

 

1. La legge della Leadership

E’ meglio essere i primi che meglio degli altri”. 
Questo è – esattamente – ciò che sostengono i maestri del marketing, Ries e Trout.

Molti consulenti ritengono che la questione fondamentale nel marketing, sia convincere i potenziali pazienti che sia tu ad offrire il prodotto od il servizio migliore tra tutti i tuoi colleghi.

Beh, secondo me, dopo decenni di esperienza passati “gomito a gomito” con gli odontoiatri presso i loro studi, non è esattamente così…!

Infatti, se hai solo una piccola quota di mercato e devi lottare con concorrenti più grandi e meglio finanziati di te (ad esempio le cliniche low cost), in tal caso la tua strategia di marketing è decisamente poco idonea.

Ovvero, se la pensi così e ti comporti di conseguenza, sappi che hai già violato la prima legge del marketing…!

La questione fondamentale nel marketing, invece, è quella di creare una “Categoria” in cui poter essere i primi. Stop!

Te la ripeto…, perché la “Legge della Leadership”, non solo è la prima delle 22…, ma è decisamente fondamentale per tutti: “è meglio essere i primi che meglio degli altri”. Rileggila più volte e riflettici su, vedrai che è esattamente così…!

La legge della Leadership nel Marketing Olistico Dentale

Ovvero: cerca un “territorio” libero da conquistare.

Perciò, NON ostinarti a voler essere il “primo su Google” bensì, ad esempio, crea la tua “tribù” su Facebook.

La mia visione della Legge della Leadership nel Web Marketing Olistico Dentale, parte dalla attenta rilettura di questa frase: “se hai solo una piccola quota di mercato e devi lottare con concorrenti più grandi e meglio finanziati di te (ad esempio le cliniche low cost), in tal caso la tua strategia di marketing è decisamente poco idonea”.

Rileggendola, ripenso a quante volte nella mia vita professionale, mi son sentito ripetere: “ voglio essere primo su Google….” oppure “voglio avere una pagina Facebook, perché ce l’ha pure il mio concorrente…”, ecc.

Questo perché, troppo spesso, il dentista si preoccupa di “inseguire” e “perseguire” le azioni fatte online da un suo concorrente, piuttosto che pensare a quali siano i “fianchi scoperti” del suo stesso competitor.

Capita spesso che, chi vuole essere “primo su Google”, lo faccia solo perché gli dia fastidio vedere davanti a lui i suoi concorrenti…!

Allora, perché tu non provi a pensare in maniera contraria?

Perché non cerchi e scopri quali e quanti siano i “territori online” lasciati liberi dai tuoi migliori e più diretti concorrenti?

Perché, ad esempio, se il tuo migliore concorrente (ovviamente, il peggiore dal tuo punto di vista…) è molto forte su Google, non parti con l’idea di valutare Facebook come strumento di promozione?

ATTENZIONE: il caso va valutato di volta in volta per capire se, uno o l’altro strumento, possano essere i più adatti alla tua situazione. Inoltre, non è affatto detto che Google o Facebook siano strumenti sempre adatti a tutte le situazioni (così come l’email marketing, od Instagram, oppure gli Sms, ecc…). Potrebbe volerci ben altro…!

Per concludere, il concetto che volevo passarti ora è questo: invece di “copiare” la strategia del tuo concorrente e “fargli la guerra online” sul suo territorio, prova a pensare se vi siano altri territori liberi da “conquistare online” con meno fatica e molto più velocemente.

Ti assicuro, per esperienza diretta, che online queste possibilità capitano molto più spesso di quanto tu possa immaginarti perché, il marketing, è SOLO una battaglia di percezioni, non di prodotti o di servizi…, nettamente migliori di altri…!

In effetti, ti sarà molto più facile entrare “come primo” nella “testa dei pazienti”, piuttosto che spendere tempo e soldi per tentare di convincerli – invano – che il servizio del tuo studio sia migliore di quello che è arrivato anni prima di te…!

Come consiglio, per favore, implementa ed applica subito la 1a Legge della Leadership e noterai abbastanza presto un sensibile miglioramento: ti auguro di fare un buon lavoro!

Share This